È morto il poliziotto della scorta di Giuseppe Conte colpito dal coronavirus a marzo. Aveva 52 anni




Il Sostituto Commissario della Polizia di Stato Giorgio Guastamacchia si era ammalato a metà marzo

Dramma a Palazzo Chigi. Giorgio Guastamacchia, il Sostituto Commissario della Polizia di Stato positivo che aveva fatto parte della Scorta del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è morto al policlinico di Tor Vergata, a Roma, in seguito alle complicazioni di una polmonite da Coronavirus. Il poliziotto si era ammalato a metà marzo. Nelle settimane precedenti il suo ricovero non aveva avuto contatti diretti con Conte, né aveva viaggiato sull’auto del premier.

Leggi la notizia su Il Tempo

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter