Draghi e Lamorgese scioccati dal tentato assalto a Palazzo Chigi: in piazza non estremisti, ma uomini e donne a viso scoperto


Da Libero Quotidiano – Nella giornata di sabato 9 ottobre è andato in scena quanto nessuno avrebbe mai immaginato: i no-Green pass sono scesi in piazza a Roma seminando paura tra turisti e cittadini e costringendo le forze di Polizia a intervenire. I manifestanti erano a un passo da Palazzo Chigi, tanto da far temere a Mario Draghi e Luciana Lamorgese un’escalation futura. A maggior ragione in vista del G20 e a ridosso del 15 ottobre, quando la certificazione verde diventerà obbligatoria sui luoghi di lavoro.

Così – fa sapere il Corriere della sera – sul sabato pomeriggio romano sono già in corso, nei palazzi della sicurezza, analisi e considerazioni per individuare strategie e interventi più adeguati rispetto a quanto programmato. La paura che aleggia al ministero dell’interno è quella di una protesta che possa degenerare in qualcosa di ben più grave. Giá ieri si è assistito all’assalto alla Cgil e ai blindati dei militari. Il tutto condito da lanci di sedie
Se a innescare il tutto sono stati personaggi ben noti per la loro guerriglia, è anche vero che le presenze nella Capitale hanno spiazzato Draghi e la Lamorgese.

In strada, pronte a fronteggiare gli uomini in tenuta antisommossa, c’erano persone a viso scoperto, uomini e donne non più giovani che gridavano esasperati, immobili e quasi indifferenti al getto degli idranti. Insomma, questa volta a protestare sono persone be diverse da quelle a cui siamo abituati. Persone pronte a sfidare il governo sul Green pass e non solo.

Oltre a Roma Milano ha seguito l’esempio: migliaia i manifestanti che hanno dato luogo a una vera e propria protesta di massa. Ma questa volta, con l’assalto alla stazione Centrale, fallita. Dunque l’attenzione del Viminale e di palazzo Chigi non può che essere altissima. Anche perché le occasioni non mancano: basta pensare allo sciopero indetto lunedì e proclamato dai sindacati di base, con relativa manifestazione a Roma, al vertice dei capi di Stato e di governo del G20, il 30 e 31 ottobre.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano