Da fine aprile è record di morti improvvise tra i giovani, ma nessuno ne parla: il report di EuroMoMo (foto)





Di – Il sito europeo di valutazione della mortalità EuroMoMo mostra l’andamento di questo elemento, suddiviso per classi di età , rispetto all’andamento medio degli anni precedenti o in confronto con gli anni appena passati. Si tratta di dati ufficiali e non contestabili.

Ora in Europa sta succedendo qualcosa di molto strano. Ve lo mostriamo in due grafici estrapolati dalle proiezioni dei sito.


Qui c’è la mortalità in eccesso nella fascia 15-.44. A partire dalla settimana 15, cioè dalla fine di aprile, questa è stata notevolmente in eccesso sia rispetto a quella del 2019, 2020, e soprattutto rispetto alla media.

Non è finita. Analizziamo i dati della classe di età 0-15

In questo caso abbiamo una mortalità in difetto sino ad agosto. Quindi questa cresce in modo significativo.

La domanda è semplice, e non se la pone nessun mass media. Perchè?

Non diamo a priori la colpa a nessun fenomeno. Per quanto riguarda la classe d’eta 0-14 la DAD ha magari ridotto la possibile mortalità legata ai rischi per gli spostamenti quotidiani, o il lockdown ha ridotto le altre loro cause di morte naturale, come in incidenti. Con la fine del lockdown e le vacanze queste motivazioni sono venute a mancare, ma bisogna ancora spiegare il perché della crescita successiva.

Per quanto riguarda la classe 15-44, una spiegazione DEVE essere data. Ci sono sicuramente delle ragioni socio – economiche o sanitarie profonde. Non voglio azzardare delle cause, ma pensare che giovani nel pieno della propria vita attiva possano morire senza cercare un motivo non è da responsabili e darà sempre di più la spinta a teorie cospirazioniste. Perché nessuna autorità nazionale cerca di dare una spiegazione supportata dai dati a questo fenomeno?

Leggi la notizia su Scenari Economici