Da “cantante” a “trafficante”: il leader buonista di Lo Stato Sociale andrà a “pesca” con l’Ong di Luca Casarini




 – Lo Stato Sociale in campo per Mediterranea. Il “carota”, Enrico Roberto adesso dà lezioni video su come un migrante in mare. Il tutto con una clip sul siro del Fatto in cui il componente della band spiega passo passo come si interviene da un gommone di una ong per dare una mano ai migranti che naufragano con i barconi diretti verso il nostro Paese.


Vanno rispettate molte regole ed è paradossale: un barcone pieno di naufraghi in un mare piatto non rappresenta una criticità. È quando arrivano i soccorsi che rischi di sviluppare un pericolo. I migranti si gettano in mare per salvarsi oppure si spostano tutti da una parte e la barca rischia di spaccarsi“, spiega lo stesso Roberto al Fatto. Roberto a questo punto rivendica la sua scelta e si impegna come “testimonial” per la ong che da qualche tempo ha un costante braccio di ferro col Viminale: “Questa è la prima nave di soccorsi in mare a bandiera italiana proprio nel momento in cui le ong vengono richiamate nei porti. Proprio quando la politica cerca in tutti i modi di screditarle e dargli fastidio. Mediterranea è un barlume di luce in un momento storico triste. Per questo Lo Stato sociale doveva esserci“.

Poi prende già un impegno: si prepara per una missione. “Sarò in mare una volta conclusa la cosiddetta formazione. Ricordiamoci però che ciò di cui ha bisogno Mediterranea ora sono i contributi economici“. Immancabile poi nella retorica buonista l’attacco al ministro degli Interni, Matteo Salvini: ” Probabilmente non è neanche abbastanza crudo ciò che si vede per capire di cosa stiamo parlando. Bisogna essere lì su quei barconi per capire cos’è la morte. A quel punto capirebbe anche Matteo Salvini“. Mediterranea ha trovato un nuovo sponsor: “Lo Stato Sociale” (dei buonisti).

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter- ©RASSEGNEITALIA