Coronavirus, anche il New York Times demolisce Conte: “Ha minimizzato l’epidemia. Non imitate l’Italia”




di Laura Ferrari – Come non va gestita l’emergenza coronavirus? Prendete l’Italia. Modello di gestione fallimentare. Lo scrive il New York Times. Un atto d’accusa che nessun comunicatore del governo rossogiallo può confutare. Non c’è Rocco Casalino o Blog a 5 Stelle che tenga. Il governo Conte, che si autocelebra, sta gestendo in maniera dilettantesca la questione.

La gestione di Conte analizzata dal giornale Usa

Ecco che cosa scrive l’autorevole quotidiano americano. “L’Italia, il nuovo epicentro della pandemia è un modello per il mondo”. A leggere il titolo si penserebbe a un modello positivo. Invece è l’esatto contrario. “L’esperienza dell’Italia – scrive il Nyt – dimostra che è necessario attuare tempestivamente misure per isolare il coronavirus e limitare i movimenti delle persone, con assoluta chiarezza, quindi rigorosamente applicate”. Insomma, l’esatto opposto di quanto fatto dalla banda Conte, supportata da Zingaretti e dal Pd.

“I rappresentanti del governo Conte”, premette il giornale Usa, “affermano di aver risposto con rapidità e competenza, agendo immediatamente su consiglio degli scienziati e muovendosi più rapidamente su misure drastiche, economicamente devastanti rispetto alle loro controparti europee. Ma l’analisi delle loro azioni mostra occasioni perse e passi falsi critici che hanno lasciato il Paese nelle condizioni peggiori dalla Seconda Guerra Mondiale”, prosegue l’articolo, prima di passare in minuziosa rassegna gli eventi che hanno scandito gli ultimi 40 giorni nel nostro paese.

“I primi giorni dell’epidemia Conte ha minimizzato”

Ecco gli errori, spiattellati dal quotidiano americano. “Nei primi giorni critici dell’epidemia, Conte e altri esponenti governativi hanno cercato di minimizzare la minaccia, creando confusione e un falso senso di sicurezza che ha permesso la diffusione del virus”.

“Anche una volta che il governo italiano ha considerato un blocco totale necessario per sconfiggere il virus, non è riuscito a comunicare che la minaccia era potente, non riuscendo a convincere gli italiani a rispettare le regole. Norme che sono sembrate piene di scappatoie”.

Il New York Times ci cita come modello (in negativo)

“Non è facile in una democrazia liberale”, ha detto al NyT Walter Ricciardi, membro del consiglio dell’Organizzazione mondiale della sanità e consigliere di spicco del ministero della salute, sostenendo che il governo italiano ha agito sulle prove scientifiche messe a sua disposizione. Ma l’ecatombe che ci pone al primo posto come numero di morti è sotto gli occhi di tutti.

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter