Conferenza Salvini-sovranisti, il provocatore Lerner alza il ditino per fare una domanda: loro lo zittiscono così


 L’alleanza transnazionale che vuole cambiare l’Europa. Matteo Salvini, leader della Lega, ha lanciato la sua sfida in vista delle elezioni europee di fine maggio. Una sfida partita da Milano, assieme a Olli Kotro, Finlandia, Jorgh Meuthen, Germania, e Andres Vistien, Danimarca. Lunedì 8 aprile il numero uno del Carroccio ha riunito all’ombra della Madonnina, all’Hotel Gallia, i sovranisti d’Europa. Non c’erano tutti, ma c’era il leader tedesco dell’Afd, quello finlandese del Fin Party e quello danese del Dansk Folkeparti.

Una stretta di mano e una promessa: ribaltare l’Ue come un calzino. Non sono mancati i siparietti divertenti come quando Salvini ha sbottato quando per l’ennesima volta un giornalista gli ha chiesto dell’assenza di Marine Le Pen – “Cazzo! Ma ve l’ho detto e spiegato sedici volte…” – e quando, a conclusione dei lavori Salvini ha scherzato con i nuovi alleati sulla cancelliera Angela Merkel:“Saluti dalla Merkel? Sì, i migliori auguri…”. E all’occhio delle telecamere non è sfuggito quando il giornalista Gad Lerner ha alzato il dito della mano per fare una domanda, senza venire preso in considerazione durante la conferenza stampa.

Il nuovo gruppo si chiamerà “Alleanza europea dei popoli e delle nazioni”. “Non ho cattive compagnie al tavolo. Non ci sono qui nostalgici, estremisti, reduci. Gli unici nostalgici sono al potere a Bruxelles oggi. Lo stanco dibattito fascisti-comunisti non è quello che ci appassiona”, ha detto il leghista in conferenza stampa, durante la quale l’asse sovranista Italia-Germania-Finlandia-Danimarca ha presentato il proprio programma per una “nuova Europa“, liberandola da “burocratici e buonisti colpevoli di affossare il sogno europeo”.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter