Comunali a Roma, il centrodestra “schiera” i generali: Salvini punta su Nistri, ma spunta anche Graziano


Da Affari Italiani – Chi sarà il prossimo candidato sindaco di Roma? Le Lega di Matteo Salvini punta sull’ex comandante generale dei carabinieri Giovanni Nistri, il quale possiede già ottimi rapporti con Forza Italia e buone relazioni con il Vaticano. Ma al ballottaggio spunta anche il nome di un altro generale Claudio Graziano, classe 53, attuale presidente del Comitato militare della Ue ed ex capo di stato maggiore dell’ Esercito e della Difesa.

Chi sarà il “Figliuolo del Campidoglio”? Secondo quanto riporta il Messaggero l’incontro con il leader del Carroccio e Nistri sarebbe già avvenuto. Mentre con Forza Italia l’ex generale- sottolinea il Messaggero- ha già avuto rapporti al tempo del governo Berlusconi: era il numero uno del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dal 2007 al 2010. Infine, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni- si legge sul Messaggero– “su questo nome non ha alcuna pregiudiziale “.

Le sorti del possibile candidato di centrodestra si decideranno lunedì a Roma, quando si riuniranno i tre leader: Salvini, Meloni e Tajani. Invece sul fronte Pd, secondo il report targato MG Research riportato dal Messagero, nel ballottaggio con la Raggi vincerebbe Gualtieri: 57,7 a 42,3, nel testa a testa Gualtieri-Bertolaso il dem arriva primo per 55,2 a 44,8, mentre fra Bertolaso e la sindaca finisce 52,8 a 47,2. Sempre secondo il sondaggio, il primo partito in città al 28% è il Pd, con M5S al 26,9% e FdI al terzo posto e che surclassa la Lega: 1 7,8% contro 6,8%.

Leggi la notizia su Affari Italiani