Colpo di scena, Conte lascia il M5S dopo l’affondo di Grillo: “Situazione irrecuperabile e inaccettabile”. Finisce in farsa


Da Libero Quotidiano Giuseppe Conte a un passo dall’addio ai 5 Stelle: è quanto si apprende da fonti grilline riportate dall’Adnkronos. Tanti i segnali di insofferenza da parte dell’avvocato dopo le uscite di Beppe Grillo con deputati e senatori del Movimento: non parteciperà più al webinar previsto nel pomeriggio con il ministro Luigi Di Maio e ha già annullato l’intervista con Sky prevista in serata. Per ora l’ex premier sceglie il silenzio, ma pare che nei prossimi giorni farà una conferenza stampa per spiegare le sue scelte dopo l’affondo del garante del M5s.

Ieri, durante l’incontro con i parlamentari grillini, Beppe Grillo ha attaccato l’avvocato dicendo: “Conte deve studiare e imparare cos’è il Movimento“. E ancora: “Gli ho detto che io sono un visionario, lui non lo è ed è lui ad aver bisogno di me, non io di lui”. Poi è passato a criticare la bozza di statuto messa a punto da Conte, spiegando fosse lontana dallo statuto originario del Movimento. Parole che devono aver infastidito parecchio il leader in pectore del M5s.

Per l’ex premier, racconta chi ha potuto parlargli in queste ore, l’idea di una “diarchia”, di un Movimento a “due teste”, sarebbe inaccettabile. Per questo l’addio sembra sempre più vicino: Grillo ieri ha parlato chiaro e ha fatto comprendere che non farà alcun passo di lato. I parlamentari vicini a Conte, come riporta l’Adnkronos, fanno notare che lui avrebbe voluto imprimere un vero rinnovamento al M5s. Adesso però resta solo tanta amarezza. “La situazione è irrecuperabile”, si sarebbe sfogato.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano