Choc in Scozia, nell’ultimo periodo raddoppiati i decessi tra i neonati, 21 solo a settembre. Si indaga





Di Letizia Cantaloni – In Scozia si sta indagando su un aumento del numero di decessi dei neonati. Almeno 21 bambini di età inferiore alle quattro settimane sono morti a settembre, con un tasso di 4,9 ogni 1000 neonati. I tassi di mortalità infantile variano notevolmente da mese a mese, ma l’aumento nell’ultimo periodo è stato maggiore del previsto.

La Public Health of Scotland (PHS) insieme ad altri organi scientifici esamineranno ora se la diffusione del Covid o altri fattori, come la vaccinazione potrebbero essere stati la causa di questo aumento. Il tasso medio di mortalità tra i neonati è infatti normalmente di poco più di due ogni mille nascite, mentre in quest’ultimo periodo è più che raddoppiato.

E mentre si stanno indagando le morti dei bambini, il giornale scozzese Herald ha riferito che questa indagine è stata avviata quando il tasso di mortalità ha superato una soglia di “controllo” annuale, progettata per raccogliere le tendenze anormali nelle morti infantili. In un commento alle cifre in crescita , l’agenzia di salute pubblica scozzese ha dichiarato : “L’innalzamento del normale livello di mortalità indica che c’è una maggiore probabilità che ci siano fattori al di là della variazione casuale che possono aver contribuito al numero di decessi in rialzo.”

Nonostante questa affermazione i componenti della sanità pubblica scozzese hanno aggiunto che attualmente non c’è alcuna indicazione di collegamenti tra queste morti e una possibile infezione da Covid-19, anche se i dati saranno esaminati ulteriormente. La dottoressa Sarah Stock, esperta di salute materna e fetale all’Università di Edimburgo, ha detto che è raro che i neonati si infettino o si ammalino gravemente di Covid, ma ha detto che il virus potrebbe avere un impatto in altri modi.

“Sappiamo, per esempio, che quando le donne incinte hanno il Covid possono ammalarsi seriamente, e al fine di proteggere la madre e il bambino il medico potrebbe decidere di anticipare la nascita e sappiamo che Il parto anticipato è il più grande fattore di mortalità neonatale.” Alcuni dottori giustificano questi decessi anche con la pressione che il Covid sta avendo sui servizi sanitari impedendo quindi una gravidanza controllata e sicura.

La Public Health of Scotland sta ora lavorando con la Scottish National Neonatal Network , la Maternity Children Quality Improvement Collaborative e infine con il governo scozzese per capire i possibili fattori che possano aver  contribuito. Tuttavia sappiamo che il tasso di ospedalizzazione di ricoveri in terapia intensiva e di mortalità in particolare negli under 12 è molto basso.

Di conseguenza sarebbe quindi utile indagare su altre cause relative alla mortalità. Si potrebbe ipotizzare che anche la vaccinazione possa aver influito, tenendo conto che in Scozia il 72% di popolazione è completamente vaccinata.

Leggi la notizia su Byoblu