“Chiunque vincerà in Italia non sarà la fine del mondo”: Washington sconfessa la sinistra



da Il Tempo – Dagli Stati Uniti arriva un sonoro schiaffo alla sinistra e all’idea che in caso di vittoria del centrodestra alle elezioni per l’Italia ci possa essere un futuro lontano dall’attuale schieramento internazionale. Gli Usa non temono affatto una situazione da «fine del mondo» in Italia dopo le elezioni e non pensano ci sarà un cambiamento di linea dell’Italia riguardo la guerra in Ucraina.

«Non crediamo – ha detto un rappresentante della Casa Bianca, rispondendo alle domande dei giornalisti italiani, a margine dei lavori dell’Assemblea generale Onu – che, al di là dei risultati delle elezioni, l’Italia uscirà e si sfilerà dalla coalizione che sostiene l’Ucraina».

A Washington permane la convinzione che la posizione americana è condivisa da quella degli alleati dell’Unione europea. «Non crediamo – ha aggiunto ancora – a uno scenario da fine del mondo dopo le elezioni. E pensiamo che neppure i nostri partner chiave in Europa lo pensino, anche se questo non significa che sarà esattamente lo stesso che con Mario Draghi».

L’alto dirigente della Casa Bianca ha poi annunciato che «chiunque diventerà il nuovo primo ministro in Italia, il presidente americano Joe Biden dovrà parlarci subito e prendere le misure di quella persona e stabilire cosa questo significherà».

Leggi la notizia su Il Tempo