Chef Rubio non si scusa e torna ad insultare: “Pago le tasse per far giocare Salvini sui social”. Piovono critiche


 – Nella nuova puntata di Non è l’arena, il conduttore Massimo Giletti ha voluto commentare uno dei casi di cronaca che da giorni dividono l’opinione pubblica. Parliamo della sparatoria avvenuta a Trieste, che ha segnato la morte di due servitori dello Stato, gli agenti di polizia Matteo Demenego e Pierluigi Rotta.

I due poliziotti erano in servizio in Questura, quando sono stati sparati ad altezza uomo dal 29enne di origini dominicane Alejandro Augusto Stephan Meran. Un gesto efferato, che ha indignato molto gli italiani e che ha visto Matteo Salvini diventare protagonista di un acceso scontro social insieme a Chef Rubio. La querelle mediatica, esplosa sui social negli ultimi giorni, sembra essere destinata a durare ancora a lungo.

Non a caso, Chef Rubio è tornato ad attaccare su Twitter Matteo Salvini, che intanto appoggia in toto l’opinione espressa dal noto conduttore di La7, Massimo Giletti, sul caso di Trieste. “Ho capito per cosa pago io le tasse -ha tuonato Rubio in un nuovo post su Twitter- per far giocare Salvini sui social. Diteme voi se po’ esse credibile una classe politica del genere. Bella considerazione c’hanno dell’Italia all’estero. Vai Matteuccio bello, divertiti come più ti soddisfa #FelpaPig”. Ma all’ultimo attacco al vetriolo all’ex ministro degli interni, lanciato dallo chef, sono giunti i commenti critici del web, tra cui legge: “Mi sa che tra un po’ rischi di non pagarle le tasse”. E quest’ultimo commento allude al costante e progressivo calo di ascolti e consensi che sta subendo il programma di Chef Rubio, Rubio alla ricerca del gusto perduto, un format trasmesso in prime-time sul canale Nove.

Matteo Salvini condivide il messaggio di Massimo Giletti

Rubio aveva commentato la drammatica vicenza di Trieste, contestando con durezza l'”impreparazione” con la quale opererebbe – a suo dire- oggi la Polizia: “Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente. Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio, che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. Io non mi sento sicuro in mano vostra”. E il messaggio lanciato dallo chef in questione è stato fortemente contestato in tv, a Non è l’arena, da Massimo Giletti, che sui social ha trovato il sostegno di Matteo Salvini. Il leader della Lega ha, infatti, postato un video che mostra la risposta di Giletti all’ultima provocazione social di Rubio: “Viviamo in una società dove appena succede qualcosa, uno non sente altro che la necessità impellente di scrivere la prima stronzata che vuole dire. Prima di scrivere certe cose, bisognerebbe pensarci non una, cento volte”.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter