Caso Bibbiano e PD, Sabrina Ferilli senza vergogna: “La sinistra in Emilia ha fatto del bene per i bambini”


Di Cristina Gauri – Roma, 6 ago – Caso Bibbiano? Non esiste alcun “caso Bibbiano”, semmai un “caso Claudio Foti”. Ne è convinta l’attrice Sabrina Ferilli, intervistata dal Fatto Quotidiano. La Ferilli, fresca della partecipazione alla fiction L’amore strappato, ha portato sul piccolo schermo la triste storia di Angela Lucanto, bambina allontanata pretestuosamente dalla famiglia in seguito a una falsa accusa di abusi. “A Bibbiano bisogna capire chi ha sbagliato e in che termini, ma quello che è accaduto lì è quello che probabilmente è accaduto nella Bassa modenese e in tanti altri centri e tribunali d’Italia. Il problema non è il luogo, ma la metodologia utilizzata da questi psicologi per interrogare i bambini sui presunti abusi”, spiega l’attrice. Meglio parlare invece di “caso Foti”. Partire dal presupposto, falsissimo che tutti i bambini dicano sempre la verità è “un’idea rischiosa, suggestiva”. E le motivazioni alla base di questa tratta dei minori? “A me sembra che alla base ci sia del fanatismo, l’idea che un bambino di tre anni sia più credibile di un adulto perché lui è puro. E non è che sia meno grave, anzi”

Dem assolti

Per quanto riguarda le responsabilità del Pd, la Ferilli adotta una linea sin troppo soft: Carletti ha al massimo commesso “solo” illeciti amministrativi (per cui il gip ha negato due volte la richiesta di scarcerazione). Se Foti ha agito indisturbato per due decadi è colpa di tutta la politica, non solo dei democratici: “Dov’era la politica? La politica in questo caso non può chiedere né una medaglia, perché è stata assente, né può seppellire di insulti gli avversari, perché in tanti anni non si è accorto di niente nessuno”. Ma chi ha sempre governato in Emilia? E che dire quindi della consigliera regionale Roberta Mori, in forza ai dem, grande amica e sostenitrice di Foti e della psicoterapeuta Anghinolfi, ritenuta a capo della “cupola” degli affidi illeciti? Nemmeno lei si era accorta di nulla, ma l’orrore ce lo aveva sotto gli occhi.  

“Hanno fatto cose buone”

E comunque, conclude l’attrice, la sinistra in Emilia Romagna ha fatto del bene ai bambini:  “un territorio dove ci sono asili che funzionano, di metodi educativi che sono d’esempio per il resto del paese, messi in piedi anche dalla sinistra. Come al solito la sinistra è incapace di prendersi i meriti e capace solo di prendersi gli schizzi di fango [….] Il PD dovrebbe ricordare tutto quello che la sinistra ha fatto in tema di affidi, reinserimento, istruzione per i bambini e poi dire ‘A Bibbiano siamo i primi che vogliono vedere puniti i colpevoli’”. Stiamo ancora aspettando che qualche esponente dem la faccia, questa benedetta dichiarazione…

Di Cristina Gauri

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter