Calci, pugni e schiaffi ai rapinatori colti in flagrante: la procura di Milano indaga i poliziotti


 – Due uomini in fuga, un gruppo di poliziotti che li insegue, ne ferma uno, lo ammanetta e lo prende a calci e schiaffi. È quanto si vede nel video, pubblicato sul sito di Fanpage, su cui sta indagando la procura di Milano. L’uomo, come rivelato da fonti investigative, insieme a un complice stava tentando di svaligiare una gioielleria di via Marghera, tagliando la serranda con un flessibile. Quando al centralino della questura arriva una segnalzione. Si cercano due uomini in fuga su uno scooter di grossa cilindrata. I poliziotti dopo pochi minuti sono sul posto, li vedono e li inseguono. La caccia all’uomo finisce tra via Giotto e via Pagano.

Ed è da qui che inizia il video, girato da un cittadino con un normale telefono: si vedono gli agenti che hanno già atterrato e ammanettato i due sospetti. E fin qui tutto regolare. Poi, ad un tratto, arriva un collega che sceso da una volante li raggiunge e si avventa su uno degli uomini a terra, sferrandogli calci e pugni al volto protetto dal casco integrale. Botte accompagnate da isulti: “Brutto figlio di puttana, ti è andata bene”. O ancora: “Stai zitto pezzo di merda”. L’uomo è a terra immobilizzato e si sente, nitido, il rumore della scarpa del poliziotto che picchia con violenza sul casco del fermato. Nel frattempo il complice viene preso a schiaffi da un altro poliziotto che si avvicina a un collega per complimentarsi e dargli un cinque con le mani. “T’ha detto bene oggi”, gli dice. Poi però si vede anche un agente che invita il collega a fermarsi, lo affera per un braccio e lo trascina via. Oltre al fermato, tutti i poliziotti che hanno partecipato alla colluttazione sono stati ricoverati e uno avrebbe riportato la rottura della tibia.

Per ora i magistrati della procura di Milano stanno “approfondendo con attenzione” il filmato che gli è stato girato da un funzionario dell’Upg (ufficio prevenzione generale) della stessa polizia. Mentre, secondo fonti investigative, la denuncia del pestaggio da parte degli agenti sarebbe stata presentata dalla madre dell’uomo. Resterebbero ancora tutte da chiarire le dinamiche di quanto accaduto prima dell’arresto. Per ora è trapelato che i due presunti rapinatori, 44 e 46 anni, entrambi con precedenti penali stavano scappando su un scooter che poi è risultato rubato. Alla vine del video, dopo che i due sono stati caricati su volanti diverse, si nota un poliziotto che cerca di pulire la parte anteriore della volante, quella più vicina allo scooter e che probabilmente lo ha impattato, tagliandogli la strada. Una ricostruzione deducibile dalla posizione perpendicolare dei veicoli ripresi nel video ora al vaglio della procura. Intanto stamattina, riporta l’agenzia Agi, si è svolta l’udienza di convalida degli arrestati.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter