Cacciari a muso duro contro Draghi: “Sta mentendo, non è vero che il problema sono i non vaccinati”


Di Adolfo Spezzaferro – Roma, 13 gen – “Draghi mente, non è vero che il problema sono i non vaccinati“: Massimo Cacciari va all’attacco del presidente del Consiglio. “Il virus circola anche attraverso i vaccinati. Perché negarlo? Perché dire cose non vere?“, è l’accusa del filosofo.

Cacciari: “Draghi mente, non è vero che il problema sono i non vaccinati”

In un’intervista alla Stampa, Cacciari punta il dito contro le affermazioni del premier nell’ultima conferenza stampa in merito ai non vaccinati. “So bene che il vaccino riduce la circolazione, ma non la annulla. Dire il contrario è una falsità. E soprattutto ci vogliono spiegare in quale momento torneremo alla normalità visto che anche con il 90 per cento di vaccinati dobbiamo considerarci in emergenza?“, fa presente l’ex sindaco di Venezia. “Così rimarremo in emergenza fino a quando ci sarà anche un solo positivo? Bella prospettiva”.

“Facciamo come la Spagna, bisogna imparare a convivere con la malattia”

Secondo il filosofo, “si dovrebbe affrontare la situazione non come un’emergenza, ma con più pragmatismo”. “Come sta facendo la Spagna. Imparare a convivere con la malattia sapendo che i suoi effetti sono meno gravi di un anno fa, come dimostrano i dati dei ricoveri in terapia intensiva. Invece si continua con questo atteggiamento emergenziale e dannoso”, sottolinea Cacciari.

“Possibile che vaccino sia un idolo da somministrare a tutti indistintamente?”

L’ex esponente del Pd, che da pochi giorni ha ricevuto la terza dose, ricorda la sua posizione di no green pass. “Non sono contro il vaccino. Sono contro questo modo di imporlo“, sottolinea riferendosi all’obbligo vaccinale per gli over 50. Più in generale, è fortemente critico “nei confronti di uno Stato considerato ipocrita perché, di fatto, impone l’obbligo vaccinale senza assumersene le responsabilità”.

“Le pare scientifico – fa presente a chi lo intervista – che un vaccino vada bene urbi et orbi? Che si coinvolgano poco o per nulla i medici di base? Che il vaccino sia un idolo da somministrare a tutti indistintamente? E poi basta con le affermazioni false da parte del presidente del Consiglio”, ribadisce.

“Quirinale? Draghi dovrebbe rimanere a Palazzo Chigi. Cartabia sarebbe ottima soluzione”

Nonostante le bugie, tuttavia, per l’ex sindaco di Venezia Draghi dovrebbe restare a Palazzo Chigi. E in merito alla battaglia per il Quirinale, Cacciari ritiene che “Marta Cartabia sarebbe un’ottima soluzione che potrebbe unire le forze. Penso che Draghi dovrebbe rimanere dov’è oggi a guidare il governo con un presidente di garanzia com’è oggi Mattarella”.

Infine il filosofo si dice scettico circa la possibilità di un secondo mandato dell’attuale capo dello Stato. “Mattarella bis? È molto difficile superare i no chiari che Mattarella ha detto in queste settimane. E poi, diciamolo, sarebbe una minestra riscaldata. Oltretutto sembrerebbe una ripetizione del prolungamento deciso per Napolitano. Chiedere il Mattarella bis sarebbe come andare dal notaio a certificare che siamo un Paese cadavere”.

Adolfo Spezzaferro

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale