Brogli elettorali negli Usa, in Georgia si scoprono urne “scomparse” e 10 mila voti corretti in una sola Contea


Di – La Georgia ha deciso di procedere al riconteggio manuale delle schede, in modo tale che non vi fossero più contestazioni. I risultati di questa scelta coraggiosa e controcorrente stanno iniziando a rivelarsi. Nella contea di DeKalb il controllo ha portato a svelate 9626, diciamo così, sbagliate. Uno dei delegati del partito repubblicano  ha scoperto  che un  gruppo di schede  era stato etichettato come 10.707 per Biden e 13 per Trump, un margine improbabile anche per gli standard DeKalb. Il conteggio effettivo per il lotto era 1.081 per Biden e 13 per Trump “, ha scritto David Shafer su Twitter il 18 novembre. Nel frattempo in alte tre contee sono state trovate urne piene di voci, per la maggior parte a favore di Trump, il che ha ridotto di alcune migliaia di voti il vantaggio di Biden nello stato.

Però la battaglia non è ancora finita: i legali di Trump affermeranno al segretario di stato della Georgia che il riconteggio è inutile senza un controllo delle firme e della calligrafia delle ricevute di ritorno. Le ricevute devono essere scritte a mano proprio per permettere il controllo della calligrafia, per essere sicuri che chi ha ricevuto la scheda sia lo stesso che h votato. Un processo molto più lungo rispetto al l semplice riconteggio manuale. Sicuramente , dopo la scoperta di questi clamorosi errori, il team legale di Trump sarà ancora più motivato nelle contestazioni.

Leggi la notizia su Scenari Economici

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter