Arcuri indagato per peculato e abusi d’ufficio, ma dopo i ballottaggi per non “danneggiare” Conte e il M5S





Da Il Tempo – «Ovviamente dopo i ballottaggi…». Lo scrive Matteo Salvini su Twitter, postando un articolo relativo alla notizia dell’ex commissario Domenico Arcuri indagato per peculato e abuso d’ufficio dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sulle forniture di mascherine cinesi. Il terribile sospetto insinuato dal leader della Lega è che i magistrati possano aver aspettato la fine dei ballottaggi per non “rovinare” la seconda tornata elettorale a Letta e Conte. Missione compiuta.

L’ex commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri è sotto indagine della Procura di Roma per i reati di peculato e abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulle mascherine acquistate nella prima fase dell’emergenza che vede indagati tra gli altri anche il giornalista Mario Benotti. Arcuri è stato interrogato sabato a Roma dai pm. L’ex commissario straordinario è indagato anche per corruzione, ma per questa ipotesi di reato, la procura ha chiesto l’archiviazione.

Leggi la notizia su Il Tempo