Appena sbarcati minacciano di tagliarci la gola, ma la senatrice M5S se la prende con la Lega: “Aizza l’odio”


Da L’Unione Sarda – “La situazione nel centro di accoglienza di Monastir è già abbastanza delicata che non servono parole e frasi di qualcuno indirizzate ad aizzare l’odio e il disprezzo nei confronti dei cittadini extracomunitari per ottenere facili consensi”. E’ la presa di posizione di Paola Deiana, deputata sarda del Movimento 5 Stelle, dopo le dichiarazioni del collega della Lega Eugenio Zoffili, coordinatore del Carroccio in Sardegna, a proposito di un video musicale girato nel centro di Monastir.

Un video definito dal deputato di Erba senza mezzi termini come “una incredibile vergogna”. Di diverso avviso la parlamentare pentastellata: “Stigmatizzo questa macchina dell’odio – dice Deiana – che incita alla discriminazione. Le parole di collega sono di una gravità inaudita”. “Non bastava la vergognosa protesta inscenata a Olbia dai militanti della Lega capitanati proprio da Zoffili a Olbia. Nonostante quella figura penosa – aggiunge Deiana – il coordinatore continua a parlare a sproposito. I sardi non sono questi. Siamo persone ospitali e con una grande umanità. E siamo anche stanchi di sentirvi con questa insensibile e cinica continua campagna elettorale contro gli immigrati”.

“Provo davvero una profonda vergogna per il fatto che questo signore sia il coordinatore regionale della Lega Sardegna. Ma soprattutto che i colleghi regionali sardi si lascino ancora rappresentare da lui. Non sarà un maldestro tentativo per distogliere l’attenzione dai pasticci e dalle inchieste sulla gestione dell’apertura delle discoteche?”, conclude la deputata 5 Stelle.

Leggi la notizia su L’Unione Sarda

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter