Ancora minacce di morte contro Matteo Salvini: “Sparagli e mira bene”. E la sinistra tace sul clima d’odio




PARMA – “Spara a Salvini e mira bene”. In calce la “A” cerchiata, simbolo degli anarchici. L’orrore è comparso su un muro di Parma. Soltanto pochi giorni fa, Matteo Salvini aveva espresso la sua soddisfazione per l’arresto di un gruppo di anarco-insurrezionalisti che sarebbero stati responsabili dell’esplosione di un ordigno contro una sede della Lega ad Ala, in Trentino (l’episodio risale all’ottobre dello scorso anno). In seguito, il Viminale ha diffuso anche un report con la mappatura dei centri sociali più pericolosi. E insomma, quell’invito a sparare a Salvini apparso su un muro a Parma pare essere una risposta dei teppisti al ministro. O meglio, una minaccia di morte. Bella e buona. Contro la quale però, ovviamente, da sinistra non arriva alcuna condanna. L’unico a puntare il dito, ad ora, è il diretto interessato: “Sono indignato per questa istigazione alla violenza, ovviamente non mi fanno paura e mi aspetto condanna da tutto il mondo della politica, della cultura e dell’informazione. Vedremo…”, afferma Salvini.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter