Alla faccia dei 627 morti al giorno, il senatore del PD Laus balla scatenato: “Penso al mio benessere” (Video)




di Natalia Delfino – Nel giorno più drammatico per numero di morti, lui –  Mauro Laus del Pd, senatore della Repubblica – balla scatenato in salotto. Perché, fa sapere ai suoi follower, “dopo una giornata di studio e lavoro (pubblico e privato) mi concentro sul mio benessere fisico e psicologico!!!“, con tanto di emoticon di Tony Manero. 

Il senatore tra Manero e Cruise. Nel giorno più buio

In abbigliamento da casa, Laus entra nel bel salotto mentre la musica sta già andando, neanche fosse Tom Cruise in Risky business. Un ingresso a sorpresa, insomma, per stupire il pubblico, che poi viene intrattenuto con twerking, giravolte e citazioni di quel Tony Manero evocato anche nel post di accompagnamento. Niente di male nel fatto che Laus voglia rilassarsi al termine di una giornata “di studio e lavoro”. Lascia però davvero interdetti l’assoluta inopportunità di postare quel video proprio nel giorno in cui l’Italia piange un numero di morti mai visto prima.

Quando insultò la collega che parlava di “sinistra spensierata”

E torna in mente un altro catastrofico scivolone del senatore Pd: quando a fine 2018 balzò alle cronache nazionali per aver intimato alla collega del M5S Alessandra Maiorino di “andare in cucina”.  Ma cosa disse la Maiorino, che oggi di Laus è alleata, di tanto irritante? “Per colpa di una sinistra salottiera e spensierata si è venuta a creare una situazione insostenibile”, furono le sue parole. Che oggi, pensando agli aperitivi milanesi di Zingaretti o ai balletti di Laus, assumono un nuovo, amaro sapore.

(Però la sinistra attacca Salvini che va a fare la spesa sotto casa accompagnato dalla fidanzata ndr.)

Dopo una giornata di studio e lavoro (pubblico e privato) mi concentro sul mio benessere fisico e psicologico!!!🕺🏽♥️#andràtuttobene 🍀#nessunodovràesserelasciatosolo💪🏻

Gepostet von Mauro Laus am Freitag, 20. März 2020

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter