1 maggio, rissa tra “compagni” a Torino: i No Tav insultano la delegazione PD, loro rispondono a cinghiate


TORINO – Al corteo del Primo Maggio a Torino la polizia ha bloccato, con una carica e manganellate, un gruppo di No Tav che da piazza Vittorio stava cercando di raggiungere la testa del corteopassando dai portici di via Po. C’è stato qualche spintone e il movimento No Tav ha gridato “vergogna, fuori la Digos dal corteo”. Momenti di tensione ci sono stati anche con la delegazione del Partito democratico presente al corteo. I No Tav hanno urlato contro i democratici slogan come ‘Fascisti‘, ‘Andate via dal corteo’ e ‘Siete come Salvini‘. I gruppi sono venuti a contatto e alcuni manifestanti sostengono di essere stati feriti da cinghiate dal servizio d’ordine del Pd. La manifestazione nel capoluogo torinese vede in testa Anpi, istituzioni e sindacati. Proprio alla partenza del corteo la sindaca Chiara Appendino aveva auspicato in una mobilitazione “pacifica” e aggiunto che “è responsabilità di ciascuno di noi di comportarsi in modo tale perché lo sia”.

Leggi la notizia su Il Fatto Quotidiano

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter